Pagine

Loading...

1897 - 1910

DALLE ORIGINI AL PRIMO SCUDETTO

La Juventus nasce il 1 Novenbre del 1897 a Torino su iniziativa di alcuni giovani studenti del liceo classico “Massimo D’Azeglio”. Stando alle più affidabili informazioni reperibili, i soci fondatori furono i fratelli Eugenio ed Enrico Canfari, Gioacchino e Alfredo Armando, Luigi Gibezzi, Umberto Malvano, Vittorio Varetti, Umberto Savoia, Domenico Donna, Carlo Ferrero, Francesco Daprà, Luigi Forlano ed Enrico Piero Molinatti, cui si aggiunsero successivamente Pio Crea, Carlo Favero, Gino Rocca, Guido Botto ed Eugenio Seco. Come luogo di ritrovo il gruppetto scelse una panchina non distante dalla loro scuola, dove si parlava naturalmente di sport, ma soprattutto di calcio, quel calcio, o meglio football, che dalla Gran Bretagna sembrava volersi espandere in tutta Europa.

Il nome Sport Club Juventus fu scelto nell’ottica di slegare il club dalla città di Torino e favorire così la diffusione del calcio anche al di fuori dei confini cittadini e come divisa sociale fu scelta una camicia bianca, sostituita due anni dopo da una curiosa camicia rosa con papillon, colletto bianco, cravattino e berretto nero. La sede sociale fu l’officina dei fratelli Canfari in Corso Umberto numero 42, ma dopo appena un anno, a causa (o meglio per merito) di un importante incremento di soci e giocatori, si spostò in via Piazzi 4. In quello stesso anno, nel 1898, in Italia intanto nasceva la F.I.F. (Federazione Italiana Foot-Ball, con Edoardo Bosio come primo presidente) in seguito divenuta FIGC, ma la Juventus decise di non iscriversi non partecipando così al primo Campionato che si svolse in una sola giornata, l’8 maggio, che vide partecipare quattro squadre (FC Torinese, Genoa, Società Ginnastica e International Football Club Torino) e che fu vinto dal Genoa.

Nel 1899 la società assunse l’attuale nome di Juventus Football Club cominciando a giocare in Piazza D’Armi, per poi trasferirsi (in seguito al crescente prestigio velocemente acquisito) al Velodromo Umberto I (all’epoca uno dei più prestigiosi campi sportivi di Torino). Nel 1900 finalmente la Juventus si iscrive alla FIF e con Enrico Canfari come primo Presidente, partecipò per la prima volta al Campionato Federale di Prima Categoria, svoltosi l’11 maggio 1900, senza però superare le eliminatorie.
Come parziale consolazione, arrivò però la prima Coppa del Ministero della Pubblica Istruzione. L’anno successivo partecipò ancora al Campionato Federale a cinque squadre, vincendo la prima eliminatoria contro la Società Ginnastica per 5-0 e giungendo così alle semifinali dove fu battuta dal Milan. Anche quell’anno conquistò la Coppa del Ministero della Pubblica Istruzione a cui si aggiunse il Gonfalone e la Medaglia del Municipio, in un torneo tra squadre liguri e piemontesi.

La prima svolta arrivò nel 1902, quando divenne presidente Carlo Favale e nella squadra, formata per lo più da studenti universitari, arrivarono anche i primi stranieri. Il Campionato ancora una volta andò male, ma per la terza volta consecutiva, gli juventini vinsero la Coppa del Ministero della Pubblica Istruzione. Nell’autunno dello stesso anno la Juventus partecipò alla Coppa Città di Torino che si disputò al Velodromo Umberto I di Torino, il 24 ottobre. I futuri bianconeri arrivarono prima in semifinale contro l’Audace Torino (dopo un secco 3-0 nel primo tempo, i giocatori dell’Audace decisero di dare forfait e di non tornare in campo per la ripresa), e poi in finale contro il Milan.

Agli ordini dell’arbitro Francesco Calì, gli undici che scesero in campo furono: Domenico Durante, Gioacchino Armano, Hugo Muetzell, Carlo Vittorio Varetti, Giovanni Goccione, Domenico Donna, Alfredo Ferraris, Giovanni Vigo, Luigi Forlano, Enrico Canfari e Umberto Malvano. Le due squadre si affrontarono a viso aperto finendo i tempi regolamentari con uno spettacolare 2-2 che diventò 3-3 dopo i tempi supplementari. Con una decisione contrastata dai milanisti, l’arbitro decise di continuare ad oltranza, applicando una sorta di golden gol degli albori, ma i giocatori del Milan decisero di non proseguire l’incontro lasciando la  vittoria alla Juventus.

Nel 1903 la Juventus abbandonò la maglia rosa e per la prima volta arrivò alla finale del Campionato, perdendo però per 0-3 contro il Genoa CFC. Lo stesso successe un anno dopo, quando la Juve perse nuovamente contro il Genoa per 0-1. Il primo scudetto arrivò nel 1905 (nel frattempo era diventato presidente della società lo svizzero Alfred Dick, proprietario di una industria tessile), segnando una vera e propria svolta per la Juve: prima rinforzò la squadra con alcuni suoi impiegati (i nomi più conosciuti Paul Arnold Walty, gli scozzesi Jack Diment e Helscot, nonché gli inglesi James Squair e Goodley) e poi firmò un contratto di affitto per l’utilizzo del Velodromo Umberto I. La  vittoria finale del Campionato arrivò affrontando e superando in finale ancora una volta il Genoa, successo bissato anche dalla squadra “B” che affrontò e sconfisse nettamente nelle finali Genoa e Milan. Questa la formazione Campione d’Italia: Durante, Armano, Mazzia; Walty, Goccione, Diment; Barberis, Varetto, Forlano; Squair, Donna.

Il nuovo ciclo vittorioso aperto nel 1905, sembrò dover proseguire anche l’anno successivo, ma questa volta la Juve, seppure arrivando in finale contro il Milan, decise di rinunciare a giocare lo spareggio (la prima partita era finita 1-1) protestando per la decisione della FIF di far disputare la partita nel campo “neutro” della US Milanese. Questo fu il comunicato della Juventus presentato alla FIF in quell’occasione: «La Direzione del F.C. Juventus rifiuta energicamente di accettare la scelta del Campo dell’Unione Sportiva Milanese come campo neutro perché il campo neutro deve essere non solo un campo di un’altra squadra ma avere altresì tutti i requisiti anche morali della neutralità, ovvero deve presentare gli stessi e precisi vantaggi e svantaggi per i due Clubs. Ora il campo dell’U.S. Milanese non si trova in queste condizioni in specie per i seguenti motivi: 1) Non è giusto che trattandosi di un match da farsi in condizioni uguali il F.C. Juventus debba esso solo sostenere la fatica del viaggio Torino-Milano. 2) Il campo dell’U.S. Milanese è troppo conosciuto ai giocatori del Milan Cricket. 3) Non è giusto che il Milan Cricket debba godere dell’appoggio morale del pubblico milanese. Ciò posto la Direzione della F.C. Juventus dichiara che se la deliberazione di questa spettabile Presidenza non verrà revocata, il F.C. Juventus si ritirerà dal campionato italiano di calcio».

Il 1906, anno che avrebbe dovuto aprire un ciclo, dopo la sconfitta in Campionato, si trasformò in un anno da incubo per la Juventus che si vide abbandonata dal presidente Dick, che, dovendo rinunciare al progetto di portare all’estero la squadra cambiandole perfino il nome in Jugend Fussballverein, decise di fondare con alcuni suoi stessi giocatori importanti come Diment, Bollinger, Mazzia e Squair (dipendenti peraltro dell’industria tessile di Dick), il Torino Calcio (oggi, Torino FC) unendosi al Football Club Torinese che a sua volta aveva già assorbito qualche anno prima l’Internazionale Torino. Pertanto, la squadra bianconera rimase per due anni a corto di risorse finanziarie e di giocatori, senza più neanche il contratto d’affitto del Velodromo Umberto I.

In questo  delicato momento di transizione, la presidenza della società fu affidata a Carlo Vittorio Varetti, proprio mentre la FIF prendeva la storica decisione di dividere il Campionato di calcio in due a causa della sempre più pressante presenza di giocatori stranieri: da una parte fu creato il cosiddetto “Campionato Federale” o Coppa James Spensley aperto anche a squadre con giocatori stranieri; dall’altra il cosiddetto “Campionato Italiano” o Coppa Romolo Buni, riservato solo a squadre composte interamente di calciatori d’origine italiana. Nel gennaio del 1907, anno del 10° anniversario della fondazione della società, la Juventus gioca e vince il Campionato Federale battendo, dopo ben tre partite, l’Andrea Doria battuta per 5-1 nella partita decisiva. In qualità di Campione Federale d’Italia, nel 1908 la Juve partecipa al campionato italiano con altre tre squadre, ma rinunciò a giocare l’eliminatoria regionale contro la Pro Vercelli (poi vincitrice della Coppa Buni sia nel 1908 che nel 1909), come segno di protesta contro la FIF e la sua decisione di vietare l’impiego di calciatori stranieri.
 
STAGIONE 1900
Primo Campionato che ha visto la partecipazione della Juventus. Formato da cinque squadre. La vincitrice delle eliminatorie ha incontrato la detentrice del titolo.

1. F. C. TORINESE – JUVENTUS 1-0
Torino, Velodromo Umberto I, 11.03.1900 – Girone Eliminatorio – 1° turno – 1ª giornata
Reti: Colongo (T)
F. C. TORINESE: Beaton, Soedvitch, Bosio; Nasi, Dobbie, Lubatti; Weber, Cagnassi, Colongo; Beltrami, Verdan
JUVENTUS: Nicola I, Varetti, Chiapirone; Canfari, Gibezzi, Forlano; Nicola II, Donna, Barberis; Rolandi, Armano I
ARBITRO: Jourdain

2. JUVENTUS – GINNASTICA TORINO 2-0
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 18.03.1900 – Girone Eliminatorio – 1° turno – 2ª giornata
RETI: -
JUVENTUS: Nicola C, Ferrero, Forlano; Canfari, Malvano, Varetti; Rolandi, Donna, Chiapirone; Armano, Nicola B.
GINNASTICA TORINO: Ravelli, Scaffone, Garabello; Arese, Manfrodi, Bonfrante; Durante, De Donatis, De Giuli; Masserano, Cominetti

3. JUVENTUS – GINNASTICA TORINO 2-0
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 01.04.1900 – Girone Eliminatorio – 1° turno – 3ª giornata
RETI: -
JUVENTUS: Nicola C, Ferrero, Forlano; Canfari, Malvano, Varetti; Rolandi, Donna, Chiapirone; Armano, Nicola B.
GINNASTICA TORINO: Ravelli, Scaffone, Garabello; Arese, Manfrodi, Bonfrante; Durante, De Donatis, De Giuli; Masserano, Cominetti

4. F. C. TORINESE – JUVENTUS 2-1
Torino, Velodromo Umberto I, 08.04.1900 – Girone Eliminatorio – 1° turno – 4ª giornata
RETI: -
F. C. TORINESE: Beaton, Soedvitch, Bosio; Nasi, Dobbie, Lubatti; Weber, Cagnassi, Colongo; Beltrami, Verdan
JUVENTUS: Nicola C, Ferrero, Forlano; Canfari, Malvano, Varetti; Rolandi, Donna, Chiapirone; Armano, Nicola B.
ARBITRO: Jourdain

STAGIONE 1901
Campionato formato da cinque squadre. La vincitrice delle eliminatorie ha incontrato la detentrice del titolo.

5. JUVENTUS – GINNASTICA TORINO 5-0
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 14.04.1901 – Eliminatorie Regionali
RETI: -
JUVENTUS: Durante, Armano, Rolandi; Varetti, Canfari, Barberis; Forlano, Gibezzi, Malvano; Savage, Donna
GINNASTICA TORINO: -

6. JUVENTUS – MILAN 2-3
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 28.04.1901 – Semifinale
RETI: Donna (J); Negretti (M); Malvano (J); Negretti (M); Kilpin (M)
JUVENTUS: Durante, Armano, Rolandi; Varetti, Canfari, Barberis; Gibezzi, Malvano, Forlano; Savage, Donna
MILAN: Hoode, Suter, Wagner; Angeloni, Neville, Lies; Colombo, Allison, Kilpin; Negretti, Davies
ARBITRO: Nasi

STAGIONE 1902
Otto squadre. Due gironi eliminatori: la finale tra le vincenti dà la squadra per la finalissima con la detentrice del titolo

7. F. C. TORINESE – JUVENTUS 1-1
Torino, Velodromo Umberto I, 02.03.1902 – Girone Eliminatorio – 1° turno – 1ª giornata
RETI: -
F.C. TORINESE: C.Nicola, Dobbie, G.De Fernex; E.De Fernex, Cagnassi, Mutzell; Beltrami, C.De Fernex, Weber; Verdam, B.Nicola
JUVENTUS: Durante, Armano 1°, Goccione; Armano 2°, Varetti, A.Barberis; Malvano, Savage, En.Canfari; Gibezzi, Forlano
ARBITRO: Franzi di Torino

8. JUVENTUS – AUDACE TORINO 6-0
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 09.03.1902 – Girone Eliminatorio – 1° turno – 2ª giornata
RETI: -
JUVENTUS: Durante, Armano 1°, Goccione; Armano 2°, Varetti, A.Barberis; Malvano, Savage, En.Canfari; Gibezzi, Forlano
AUDACE TORINO: Colombo, Fortino, Merlotti; Nay 1°, Nay 2°, Taragna; Fornara, Vallauri, Tarelli; Nicola 1°, Nicola 2°
ARBITRO: -

9. JUVENTUS – GINNASTICA TORINO 2-0 a tavolino
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 16.03.1902 – Girone Eliminatorio – 1° turno – 3ª giornata
NOTE: Vittoria a tavolino (rinuncia della Ginnastica Torino a disputare l’incontro)

10. F. C. TORINESE – JUVENTUS 4-1
Torino, Velodromo Umberto I, 23.03.1902 – Girone Piemontese – Spareggio
RETI: -
F.C. TORINESE: C.Nicola, Dobbie, G.De Fernex; E.De Fernex, Cagnassi, Mutzell; Beltrami, C.De Fernex, Weber; Verdam, B.Nicola
JUVENTUS: Durante, Armano 1°, Goccione; Armano 2°, Varetti, A.Barberis; Malvano, Savage, En.Canfari; Gibezzi, Forlano
ARBITRO: -

STAGIONE 1903
Campionato formato da sei squadre. Eliminatorie a sorteggio: la vincitrice delle eliminatorie ha incontrato la detentrice del titolo

11. JUVENTUS – F. C. TORINESE 5-0
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 01.03.1903 – Eliminatorie a sorteggio – 1ª giornata
RETI: -
JUVENTUS: Durante, Armenno, Mazzia; Varetti, Goccione, Barberis; Ferraris, Vigo, Canfori; Armanno, Malvano
F.C. TORINESE: C.Nicola, Dobbie, G.De Fernex; E.De Fernex, Cagnassi, Mutzell; Beltrami, C.De Fernex, Weber; Verdam, B.Nicola
ARBITRO: Calì di Genova

12. JUVENTUS – AUDACE TORINO 2-1
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 08.03.1903 – Eliminatorie a sorteggio – 2ª giornata
RETI: -
JUVENTUS: Durante, Armano 1°, O.Mazzia; Varetti, Goccione, A.Barberis; A.Ferraris, Vigo, En.Canfari; Armano 2°, Malvano
AUDACE TORINO: -
ARBITRO: Pasteur di Genova

13. JUVENTUS – ANDREA DORIA 7-1 (3-0)
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 15.03.1903 – Eliminatorie a sorteggio – 3ª giornata
RETI: -
JUVENTUS: Malvano, Canfari, Sorlano; Gibetti, Ferraris, Mazzia; Goccione, Varetti, Bollinger; Armano, Durante
ANDREA DORIA: Bolognini, Delamare, Cali; D’Amato, Cali, Sturzenegger; Ansando, Amey, Sancerotto; Bella, Assereto
ARBITRO: Dobbie

14. MILAN – JUVENTUS 0-2 (0-1)
Milano, Campo dell’Acquabella, 22.03.1903 – Eliminatorie a sorteggio – 4ª giornata
RETI: Forlano (J); Malvano (J)
MILAN: Ermolli, Meschia, Kilpin; Cartier, Walty, Angeloni I; Galli, Cederna, Suter; Colombo, Gregoletto
JUVENTUS: Armano, Canfari, Bollinger; Durante, Ferraris, Forlano; Gibezzi, Goccione, Malvano; Rolandi, Varetti
ARBITRO: Franz

15. GENOA – JUVENTUS 3-0
Genova, Campo di Ponte Carrega, 13.04.1903 – Finale
Reti: Agar (G); Dapples (G); Armano aut. (G)
GENOA: Spensley, Rossi, Ghigliotti; Pasteur I, Senft, Cartier; Agar, Foffani, Dapples; Montaldi, Pasteur II
JUVENTUS: Durante, Armano, Bollinger; Varetti, Goccione, Mazzia; Malvano, Canfari, Forlano; Gibezzi, Ferraris
ARBITRO: Sutter (Svizzera)

STAGIONE 1904
Campionato formato da cinque squadre. Eliminatorie a sorteggio: la vincitrice delle eliminatorie ha incontrato la detentrice del titolo

16. JUVENTUS – F. C. TORINESE 1-0
Torino, Velodromo Umberto I, 06.03.1904 – Girone Eliminatorio – Semifinali
JUVENTUS: Durante, Armano 1°, O.Mazzia; Varetti, Goccione, A.Barberis; A.Ferraris, Gibezzi, Forlano; Streule, Malvano
F. C. TORINESE: Beaton, Nicola II, Mutzell; E. De Fernex, Schombrod, I. De Fernex; Colongo II, Weber, Dobbie; Franzini, C. De Fernex
ARBITRO:

17. MILAN – JUVENTUS 1-1 dts (0-1)
Milano, Campo dell’Acquabella, 13.03.1904 – Girone Eliminatorio – Finale
RETI: Streule (J); Scotti (M)
MILAN: Ermolli, Kilpin, Suter; Walty, Heberlin, Pedroni; Cederna, Colombo, Scotti; Canfari II, Angeloni I
JUVENTUS: Durante, Varetti, Mazzia; Goccione, Bella, Donna; Ferraris, Gibezzi, Forlano; Streule, Malvano
ARBITRO: Bosisio

18. MILAN – JUVENTUS 0-1 (0-1)
Milano, Campo dell’Acquabella, 20.03.1904 – Girone Eliminatorio – Finale Spareggio
RETI: Ferraris (J)
MILAN: Ermolli, Kilpin, Suter; Walty, Sala, Heberlin; Pedroni, Colombo, Scotti; Canfari II, Angeloni I
JUVENTUS: Durante, Varetti, Mazzia; Goccione, Bella, Ferraris; Gibezzi, Forlano, Streule; Malvano, Donna
ARBITRO: Dobbie (Inghilterra)

19. GENOA – JUVENTUS 1-0 (0-0)
Genova, Campo di Ponte Carrega, 27.03.1904 – Finale
RETI: 65’ Bugnion (G)
GENOA: Spensley, Bugnion, Rossi; Pasteur I, Senft, Pasteur II; Schoeller, Goetzlof, Agar; Salvadè, Pellerani
JUVENTUS: Durante, Bella, Mazzia; Varetti, Goccione, Donna; Ferraris, Gibezzi, Forlano; Streule, Malvano
ARBITRO: Sutter (Svizzera)

STAGIONE 1905
Sei squadre. Eliminatorie regionali: girone finale con partite andata-ritorno fra le vincitrice dei gironi

20. JUVENTUS – F. C. TORINESE 3-0 a tavolino
Torino, Velodromo Umberto I, 19.02.1905 – Girone Piemontese – Andata
NOTE: Vittoria a tavolino (rinuncia del F.C. Torinese a disputare l’incontro)

21. F. C. TORINESE – JUVENTUS 0-3 a tavolino
Torino, Velodromo Umberto I, 26.02.1905 – Girone Piemontese – Ritorno
NOTE: Vittoria a tavolino (rinuncia del F.C. Torinese a disputare l’incontro)

22. JUVENTUS – U. S. MILANESE 3-0 (1-0)
Torino, Velodromo Umberto I, 05.03.1905 – Girone Finale – 1ª Andata
RETI: Donna (J); Varetti (J); Donna (J)
JUVENTUS: Durante, Mazzia, Armano; Goccione, Walty, Diment; Barberis, Varetti, Merio; Forlano, Donna
U. S. MILANESE: Franceschini, Magni, Pirono; Lanfranchi, Ghiberti, Cremonese; Recalcati, Meazza, Varisco; Boicchi, Franzoni
ARBITRO: Spensley (Inghilterra)

23. GENOA – JUVENTUS 1-1 (1-0)
Genova, Campo di Ponte Carrega, 12.03.1905 – Girone Finale – 2ª Andata
RETI: Pollack (G); Forlano (J)
GENOA: Spensley, Lies, Bugnon;  Meyer, Senfè, Pasteur; Pollack, Salvario, Foffani; Agar, Martina
JUVENTUS: Durante, Mazzia, Armano; Goccione, Walty, Diment; Barberis, Varetti, Forlano; Donna, Squair
ARBITRO: Sutter (Svizzera)

24. U. S. MILANESE – JUVENTUS 1-4 (0-1)
Milano, Campo di via Comasina, 26.03.1905 – Girone Finale – 1ª Ritorno
RETI: Donna (J); Forlano (J); Squair (J); Varisco (US); Varetti (J)
U. S. MILANESE: Franceschini, Magni, Pirono; Lanfranchi, Ghiberti, Cremonese; Recalcati, Meazza, Varisco; Boicchi, Franzoni
JUVENTUS: Durante, Mazzia, Armano; Goccione, Walty, Diment; Barberis, Varetti, Forlano; Donna, Squair
ARBITRO: Sutter (Svizzera)

25. JUVENTUS – GENOA 1-1 (1-1)
Torino, Velodromo Umberto I, 02.04.1905 – Girone Finale – 2ª Ritorno
RETI: 10’ Forlano (J); 20’ Meyer (G)
JUVENTUS: Durante, Mazzia, Nino; Goccione, Walty, Diment; Barberis, Varetti, Forlano; Donna, Squair
GENOA: Spensley, Lees, Bugnion;  Meyer, Gibezzi, Pasteur; Pollack, Salvadè, Foffani; De Rodrigues, Storace
ARBITRO: Magni di Milano
CLASSIFICA: Juventus p. 6; Genoa p. 5; U. S. Milanese p. 1
NOTE: La Juventus vince il 1° Scudetto. La partita fu ripetuta per ben tre volte: la prima fu annullata per invasione di campo con conseguente rissa tra spettatori e giocatori, la seconda sospesa perchè Torino fu sepolta da un’abbondante nevicata.
CRONACA: Quanto ci auguravamo nel nostro articolo di ieri si è avverato e il match odierno di football che ha messo di fronte le due migliori squadre italiane ha destato quel grande interesse che deve suscitare sempre una prova di campionato, e specialmente se di uno sport attraente, entusiasmante, come è il giuoco del calcio. Più volte assistemmo a match di football che si svolsero sul prato del Velodromo Umberto I, ma mai come oggi incontrammo  tanto pubblico, assistemmo a tanta lotta, registrammo tanto entusiasmo. Attorno al grande rettangolo (il campo sul quale si svolge l’incontro) una vera folla elegante di sportsmens, venuta da Genova, Alessandria e Milano di ufficiali, studenti ecc. segue attentamente lo svolgimento delle due interessantissime riprese, che si susseguono sotto la direzione del referée signor Magni di Milano.
Quella d’oggi fu una prova emozionante, la quale riscosse l’applauso del pubblico che dimostrò di interessarsi. Al segnale del referée i forti giocatori della Juventus attaccano subito decisamente e con forti passes il goal avversario. La difesa genovese a tanta foga rimane un po’ sconcertata, ma poi a poco a poco si riprende. Più volte il goal viene bersagliato, ma il bravo Spensley lo difende egregiamente. Verso le 16,20 circa, il signor Donna, dopo una splendida volata riesce, benché marcato dal forte Bugnon, a passare il pallone al Forlano che con uno splendido calcio segna il primo goal a favore dei bianco e neri. Il pubblico applaude entusiasticamente. Ammirati ed incoraggiati, i giocatori torinesi minacciano continuamente la porta avversaria; però un poderoso calcio del Bugnon manda nel capo torinese il pallone, che non vi si sofferma molto data l’energica difesa dei due terzini Armano e Mazzia. Non si scoraggiano per questo i genovesi; anzi, verso le 16,10 caricano la difesa della Juventus, ed aiutati da un colpo po-co felice di un giocatore torinese riescono a segnare un goal che è fatto da Meyer. E con un goal pari termina la prima ripresa. Trascorsi i dieci minuti regolamentari fra le due riprese, il fischio del referée chiama i giocatori in campo. Juventus attacca ancora con slancio ammirabile il goal avversario, Donna, Squair, Forlano si fanno ammirare per la loro sicurezza ed agilità, e più volte minaccia il goal genovese protetto però molto validamente da Bugnon e Meyer. Il pubblico entusiasta grida ed anima i giocatori di entrambi le parti. Ad un dato punto i genovesi caricano a tutta forza la difesa della Juventus, tirano in goal, ma non riescono a segnare alcun punto, data la valentia straordinaria del portiere Durante, che è fatto segno ad una entusiastica ovazione. I forti juventini allora rispondono all’attacco con maggior lena dei genovesi senza però riuscire a segnare alcun goal. E così ha termine l’interessante partita. La squadra della Juventus si fece molto ammirare tanto per l’attacco quanto per la difesa. Mazzia, Armano, Goccione, Valty furono straordinari; così pure Meyer e Bugnon per i genovesi. Allo stato attuale quindi la classifica per il campionato resta come segue: Juventus, con quattro partite, delle quali due vinte, due a parità, ha in totale 6 punti (contando ogni partita vinta, 3 punti e pari 1). Criket di Genova con tre partite, delle quali due pari, una vinta uguale a n. 4 punti. Non resta quindi che l’ultimo match che si effettuerà domenica prossima a Genova tra l’Unione Sportiva e Criket. Se il Criket, come si prevede, riuscirà vincitore, marcherà a suo favore due punti, trovandosi così a pari col Club Juventus di Torino. In questo caso i due club, per accordi precedentemente presi, faranno match su terreno neutro, probabilmente Alessandria, per decidere definitivamente a chi spetti il campionato. – da La Stampa del 2-3.4.1905ù

STAGIONE 1906
Cinque squadre. Eliminatorie regionali: girone finale con partite andata-ritorno fra le vincitrice dei gironi.

26. GENOA – JUVENTUS 1-1
Genova, Campo di Ponte Carrega, 21.01.1906 – Girone Finale – 1ª Andata
RETI: – (J); Marassi (G)
GENOA: Langeri, Bugnion, Rossi; Mayer, Cartier, Ed. Pasteur; Er. Pasteur, Storace, Goetzloff; Pollack, Marassi
JUVENTUS: Durante, Bollinger, Mazzia; Corbelli, Goccione, Diment; Squair, Varetti, Armano; Donna, Streule
ARBITRO: Meazza di Milano

27. JUVENTUS – MILAN 2-1 (0-1)
Torino, Velodromo Umberto I, 11.03.1906 – Girone Finale – 2ª Andata
RETI: 42’ Trerè (M); 55’ Donna (J); 65’ Armano (J)
JUVENTUS: Durante, Bollinger, Mazzia; Corbelli, Goccione, Diment; Squair, Varetti, Armano; Streule, Donna
MILAN: Trerè, Kilpin, Meschia; Bosshard, Giger, Heuberger; Pedroni, Rizzi, Colombo G.; Widmer, Trerè S.
ARBITRO: Meazza

28. JUVENTUS – GENOA 2-0
Milano (Campo Neutro), 01.04.1906 -  Girone Finale – 1ª Ritorno
RETI: Donna (J); Armano (J)
JUVENTUS: Durante, Bollinger, Mazzia; Corbelli, Goccione, Diment; Squair, Varetti, Armano; Donna, Streule
GENOA: Spensley, Bugnion, De Galleani; Mayer, Rossi, Ed. Pasteur; Er. Pasteur, Lies, Storace; Goetzloff, Marassi
ARBITRO: Sutter (Svizzera)
NOTE: Ripetizione della gara sospesa il 18.03.1906 sul risultato di 1-0 per una rissa tra i giocatori che si estende agli spettatori con conseguente invasione di campo

29. MILAN – JUVENTUS 1-0 (1-0)
Milano, Campo di via Comasina, 22.04.1906 – Girone Finale – 2ª Ritorno
RETI: Rizzi (M)
MILAN: Trerè, Kilpin, Meschia; Bosshard, Giger, Heuberger; Pedroni, Rizzi, Colombo G.; Widmer, Trerè S.
JUVENTUS: Durante, Bollinger, Mazzia; Goccione, Diment, Squair; Streule, Armano, Vigo; Donna, Corbelli
ARBITRO: Calì di Genova
CLASSIFICA: Juventus p. 5; Milan p. 5; Genoa p. 2

30. JUVENTUS – MILAN 0-0 dts (0-0)
Torino, Velodromo Umberto I, 29.04.1906 – Finale
JUVENTUS: Durante, Bollinger, Mazzia; Goccione, Diment, Squair;, Streule, Armano, Vigo; Donna, Corbelli
MILAN: Trerè, Kilpin, Meschia; Bosshard, Giger, Heuberger; Pedroni, Rizzi, Colombo G.; Widmer, Trerè S.
ARBITRO: Sutter (Svizzera)

31. MILAN – JUVENTUS 3-0 a tavolino
Milano, Campo di via Comasina, 06.05.1906 – Finale Spareggio
NOTE: Sconfitta a tavolino (rinuncia della Juventus a disputare l’incontro in seguito al rifiuto di giocare sul campo definito “neutro” dell’U. S. Milanese a Milano)

STAGIONE 1907
Sei squadre. Eliminatorie regionali: girone finale con partite andata-ritorno fra le vincitrice dei gironi.

32. TORINO – JUVENTUS 2-1 (1-0)
Torino, Velodromo Umberto I, 13.01.1907 – Eliminatorie Regionali – Andata
RETI: Orsi (T); Kaempfer (T); Borel rig. (J)
TORINO: Biano, Rodgers, Mutzell; Bollinger, Ferrari, De Fernex; Michel, Kempher, Jacquet; Debernardi I, Streule
JUVENTUS: Durante, Armano, McQueen; Dimenti, Goccione, Nay; Donna, Barberis, Borel; Varetti, Squair
ARBITRO: Pasteur (Svizzera)

33. JUVENTUS – TORINO 1-4 (0-2)
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 03.02.1907 – Eliminatorie Regionali – Ritorno
RETI: Borel rig. (J); Kaempfer (T); Kaempfer (T); Kaempfer (T); Kaempfer (T)
JUVENTUS: Durante, Armano, McQueen; Diment, Goccione, Nay; Donna, Barberis, Borel; Varetti, Squair
TORINO: Ghiglione, Rodgers, Mutzell; Bollinger, Ferrari, De Fernex; Michel, Kempher, Jacquet; Debernardi I, Streule
ARBITRO: Spensley (Inghilterra)

STAGIONE 1908
Quattro squadre. Girone unico con partite di andata e ritorno. Non iscritti Milan, Genoa e Torino perché la Federazione aveva riservato la partecipazione al campionato ai soli giocatori italiani.

34. ANDREA DORIA – JUVENTUS 0-3
Cornigliano Ligure, 19.01.1908 – Finale Andata
RETI: -
ANDREA DORIA: -
JUVENTUS: -
ARBITRO: -

35. JUVENTUS – ANDREA DORIA 0-1
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 23.02.1908 – Finale Ritorno
RETI: 50' Sardi (A)
ANDREA DORIA: Gardella; Galletti (I) A., Calì (I) F.; Amey, Ansaldo, Peri; Maranghi, Sardi (II) C.E., Baglietto, Steinegger, Giordano
JUVENTUS: Durante; Armano (I) G., Michela; Nay Casimiro, Goccione, Colombo Aldo; Mazzonis, Collino, Borel E., Armano (II) A., Donna - All. Henry Goodley
ARBITRO: Meazza U. dell’ US Milanese

36. PRO VERCELLI – JUVENTUS 1-1
Vercelli, 01.03.1908 – Eliminatorie Regionali – Andata
RETI: 47'' Mazzonis (J), 78' Fresia (P)
PRO VERCELLI: Innocenti; Servetto; Binaschi; Ara; Milano ( I ); Leone; Milano( II ); Bertinetti,; Fresia; Visconti; Rampini (I)
JUVENTUS: Longo; Mastrella; Hess; Goccione; Al.Colombo; Ca.Nay; Mazzonis; Collino ( I ); E.Borel; Armano ( II ); Moschino
ARBITRO: Meazza U. dell' US Milanese

37. JUVENTUS – PRO VERCELLI 0-2
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 08.03.1908 – Eliminatorie Regionali – Ritorno
RETI: Rampini (P); Rampini (P)
JUVENTUS: Durante; Armano ( I ); Mastrella; Ca.Nay; Goccione; Al.Colombo; Mazzonis; Collino ( I ); E.Borel; Hess; Donna
PRO VERCELLI: Innocenti; Servetto, Binaschi; Ara; Milano ( I ); Leone; Milano ( II ); Bertinetti; Fresia; Visconti, Rampini ( I )
ARBITRO: Recalcati di Milano
NOTE: La Juventus insieme alle altre grandi squadre si ritira dal Campionato per protesta contro la Federazione che impediva l’impiego di giocatori stranieri

38. JUVENTUS – ANDREA DORIA 2-2
Torino, Campo Sportivo di Piazza d’Armi, 15.03.1908 – Finale Spareggio
RETI: Borel E.(J); st Baglietto (A); st Collino (J); st aut. Mazzonis (A)
JUVENTUS: Durante; Armano (I) G., Mastrella; Nay Casimiro, Goccione, Colombo Aldo; Mazzonis, Collino, Borel E., Hess, Donna. All. Goodley
ANDREA DORIA: Gardella; Leporati, Calì (I) F.; Amey, Ansaldo, Peri; Maranghi, Sardi (II) C.E., Baglietto, Steinegger, Giordano. All. Calì
ARBITRO: Bertinetti di Torino
NOTE: La partita verrà annullata per un errore tecnico dell’arbitro che, rimettendo in gioco il pallone nell’area juventina, invece che a centrocampo, aveva favorito il gol di Baglietto (A): la Federazione ammise l’errore tecnico e annullò la partita.

39. JUVENTUS – ANDREA DORIA 5-1
Milano, 10.05.1908 – Finale Spareggio
RETI: pt Borel E. (J); pt Goccione (J); pt Goccione (J); st Borel E. rig. (J); st ? (Andrea Doria); st Borel E. (J)
JUVENTUS: Durante; Armano (I) G., Michela; Nay Casimiro, Goccione, Colombo Aldo; Mazzonis, Collino, Borel E., Armano (II) A., Donna. All. Goodley
ANDREA DORIA: Gardella; Leporati, Calì (I) F.; Amey, Ter Wehn, Nicolet; Steinegger, Ansaldo, Pippo, Boni, Baglietto. All. Calì
ARBITRO: Magni C. dell’ US Milanese

STAGIONE 1909
Nove squadre. Eliminatorie regionali, semifinali interregionali: finali tra le vincitrici delle semifinali.

40. TORINO – JUVENTUS 1-0 (0-0)
Torino, Velodromo Umberto I, 10.01.1909 – Eliminatorie Regionali – Andata
RETI: Capra II (T)
TORINO: Fresia, Bollinger, De Fernex; Engler, Rodgers, Diment;  Zuffi II, Zuffi I, Capra II; Debernardi I, Morelli
JUVENTUS: Durante, Barberis, Mastrella; Nay, Frey, Ferraris; Mazzonis, Besozzi, Colombo; Borel, Jacquet
ARBITRO: Meazza di Milano

41. JUVENTUS – TORINO 3-1 (0-1)
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 17.01.1909 – Eliminatorie Regionali – Ritorno
RETI: Capra (T); Frey (J); Borel (J); Borel (J)
JUVENTUS: Durante, Barberis, Mastrella; Nay, Colombo, Ferraris; Besozzi, Borel, Frey; Corbelli, Jacquet
TORINO: Fresia, Bollinger, De Fernex;  Engler, Rodgers, Diment; Zuffi II, Zuffi I, Capra II; Debernardi I, Morelli
ARBITRO: Goodley (Inghilterra)

42. TORINO – JUVENTUS 1-0 (1-0)
Torino, Velodromo Umberto I, 24.01.1909 – Eliminatorie Regionali – Spareggio
RETI: Zuffi (T)
TORINO: Fresia, Bollinger, De Fernex; Engler, Rodgers, Diment; Zuffi II, Zuffi I, Capra II; Debernardi I, Morelli
JUVENTUS: Durante, Barberis, Mastrella; Ferraris, Colombo, Nay; Besozzi, Corbelli, Frey; Barberis, Jacquet
ARBITRO: Radice

43. PIEMONTE – JUVENTUS 0-1
Torino, 25.04.1909 – Girone Eliminatorio – 1ª Giornata
RETI: 85’ Bianchi C. (J)
PIEMONTE: Faroppa; Peruzzi (I) T., Tagliabue; Maranghi, Capello D., Berardo (I) E.; Valobra, Peruzzi (II) S., Berardo (II) F., Gavinelli, Coppa
JUVENTUS: Durante; Barberis A., Mastrella; Nay Casimiro, Colombo Aldo, Ferraris (I) A.; Ajmone Marsan (II) A., Borel E., Goccione, Bianchi C., Donna
ARBITRO: Alziator C. dell’ US Milanese

44. JUVENTUS – PRO VERCELLI 2-0 a tavolino
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 02.05.1909 – Girone Eliminatorio – 2ª Giornata

45. ANDREA DORIA – JUVENTUS 3-1
Cornigliano Ligure, 09.05.1909 – Girone di Semifinale – Andata
RETI: 5’ Gibezzi (J); st Sardi (II) C.E. (A); st Sardi (II) C.E. (A); st Calì (I) F. rig. (A)
ANDREA DORIA: Pippo; Galletti (II) C., Calì (I) F.; Galletti (I) A., Leporati, Baglietto; De Marchi, Ansaldo, Sardi (II) C.E., Santamaria (I) A.E., Giordano
JUVENTUS: Durante; Barberis A., Mastrella; Nay Casimiro, Colombo Aldo, Ferraris (I) A.; Gibezzi, Goccione, Borel E., Bianchi C., Barberis L.
ARBITRO: Pasteur E. del Genoa

46. JUVENTUS – ANDREA DORIA 4-2
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 16.05.1909 – Girone di Semifinale – Ritorno
RETI: 3' Goccione (J); 35' Baglietto (A); 39’ Bianchi C. (J); st Donna (J); st Donna (J); st Calì (I) F. rig. (A)
JUVENTUS: Durante; Ajmone Marsan (I) R., Barberis A.; Nay Casimiro, Ferraris (I) A., Mastrella; Borel E., Armano (II) A., Goccione, Bianchi C., Donna
ANDREA DORIA: Pippo; Galletti (II) C., Calì (I) F.; Galletti (I) A., Leporati, Baglietto; De Marchi, Ansaldo, Sardi (II) C.E., Santamaria (I) A.E., Giordano
ARBITRO: Berardo del Piemonte

47. JUVENTUS – ANDREA DORIA 1-0 dts (0-0)
Milano, Civico Arena, 23.05.1909 – Girone di Semifinale – Spareggio
RETI: 105' Armano (J)
JUVENTUS: Durante; Ajmone Marsan (I) R., Barberis A.; Nay Casimiro, Ferraris (I) A., Mastrella; Borel E., Armano (II) A., Goccione, Bianchi C., Donna
ANDREA DORIA: Grosso; Galletti (II) C., Calì (I) F.; Galletti (I) A., Leporati, Baglietto; De Marchi, Ansaldo, Sardi (II) C.E., Santamaria (I) A.E., Giordano
ARBITRO: Meazza U. dell’ US Milanese

48. JUVENTUS – US MILANESE 1-1
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 23.05.1909 – Finale Andata
RETI: 5’ Borel E. rig. (J); 44’ Bojocchi (I) A. (US)
JUVENTUS: Durante; Ajmone Marsan (I) R., Barberis A.; Nay Casimiro, Ferraris (I) A., Mastrella; Borel E., Armano (II) A., Goccione, Barberis L., Donna
US MILANESE: De Simoni; Boldorini, Verga; Radice, Morbelli (I) A., Caimi; Carrara, Pizzi (I) A., Varisco, Alfieri, Bojocchi (I) A.
ARBITRO: Gama Malcher A. dell’Internazionale

49. US MILANESE – JUVENTUS 1-2
Milano, Campo Sportivo della Cascina di Mojetta, 31.05.1909 – Finale Ritorno
RETI: 28' Borel (J); 31' Pizzi (US); 50' Barberis (J)
US MILANESE: De Simoni; Boldorini, Verga; Radice, Morbelli (I) A., Caimi; Carrara, Pizzi (I) A., Varisco, Alfieri, Bojocchi (I) A.
JUVENTUS: Durante; Ajmone Marsan (I) R., Barberis A.; Nay Casimiro, Ferraris (I) A., Mastrella; Borel E., Armano (II) A., Goccione, Barberis L., Donna
ARBITRO: Gama Malcher A. dell’Internazionale

STAGIONE 1909-1910
Nove squadre. Girone unico.

50. JUVENTUS – TORINO 1-3 (1-2)
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 07.11.1909 – Girone Eliminatorio – 1ª Giornata
RETI: Lang (T); Lang (T); Balbiani (J); Ghiglione (T)
JUVENTUS: Pennano, Barberis, Mastrella; Ferraris, Goccione, Hess; Mazzolins, Borel I, Baldiani; Frey, Donna
TORINO: Arbenz, Bollinger, Capra II; Morelli, Rodgers, Kunding; Zuffi II, Zuffi I, Ghiglione; Lang, Debernardi I
ARBITRO: Gama di Milano

51. JUVENTUS – INTER 2-0 (1-0)
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 14.11.1909 – Girone Eliminatorio – 2ª Giornata
RETI: Borel (J); Borel rig. (J)
JUVENTUS: Pennano, Goccione, Mastrella; Ferraris, Frey, Hess; Mazzolins, Borel I, Baldiani; Barberis, Moschino
INTER: Campelli, Fronte, Zoller; Streit, Fossati, Moretti; Peyer, Engler, Peterli; Capra, Schuler
ARBITRO: Alziator

52. TORINO – JUVENTUS 0-3 (0-2)
Torino, Velodromo Umbertio I, 21.11.1909 – Girone Eliminatorio – 3ª Giornata
RETI: Frey (J); Frey (J); Barberis (J)
TORINO: Arbenz, Bollinger, Capra II; Morelli, Rodgers, Kunding; Zuffi II, Zuffi I, Ghiglione; Lang, Debernardi I
JUVENTUS: Pennano, Goccione, Mastrella; Frey, Colombo, Ferraris; Barberis A., Borel I, Baldiani; Barberis L., Moschino
ARBITRO: Radice

53. INTER – JUVENTUS 1-0 (1-0)
Milano, 28.11.1909 – Girone Eliminatorio – 4ª Giornata
RETI: Engler (I)
INTER: Campelli, Fronte, Zoller; Streit, Fossati, Moretti; Peyer, Engler, Peterli; Capra, Schuler
JUVENTUS: Pennano, Goccione, Mastrella; Ferraris, Frey, Hess; Mazzolins, Borel I, Baldiani; Barberis, Moschino
ARBITRO: Recalcati

54. AUSONIA MILANO – JUVENTUS 2-2 (2-1)
Milano, 05.12.1909 – Girone Eliminatorio – 5ª Giornata
RETI: Frey (J); Bontadini (A); Scanagatta (A); Frey (J)
AUSONIA MILANO: -
JUVENTUS: -
ARBITRO: Radice di Milano

55. JUVENTUS – AUSONIA MILANO 6-0 (3-0)
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 12.12.1909 – Girone Eliminatorio – 6ª Giornata
RETI: Balbiani (J); Balbiani (J); Balbiani (J); Collino (J); Collino (J); Borel (J)
JUVENTUS: -
AUSONIA MILANO: -
ARBITRO: Bertinetti di Vercelli

56. U. S. MILANESE – JUVENTUS 0-2
Milano, 19.12.1909 – Girone Eliminatorio – 7ª Giornata
RETI: Borel (J); Borel (J)
U. S. MILANESE: -
JUVENTUS: -
ARBITRO: Radice di Milano

57. JUVENTUS – MILAN 5-3 (2-3)
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 09.01.1910 – Girone Eliminatorio – 8ª Giornata
RETI: 10’ Borel (J); 13’ Lana rig. (M); 25’ De Vecchi (M); 30’ Moschino (J); 42’ Mayer (M); 53’ Borel (J); 61’ Barberis (J); 67’ Moschino (J)
JUVENTUS: Pennano, Goccione, Mastrella; Heuberger, Colombo, Frey; Collino, Borel I, Maffiotti; Barberis, Moschino
MILAN: Gaslini, Sala, Colombo; Cevenini I, Barbieri, Scarioni II; Carrer, Mayer, Lana; De Vecchi, Mariani
ARBITRO: Bertinetti

58. MILAN – JUVENTUS 0-1 (0-0)
Milano, 23.01.1910 – Girone Eliminatorio – 9ª Giornata
RETI: Moschino (J)
MILAN: Gaslini, Sala, De Vecchi; Moda, Scarioni II, Cevenini I; Colombo, Carrer, Mayer; Brisochi, Mariani
JUVENTUS: Pennano, Maffiotti, Moschino; Mastrella, Goccione, Colombo; Nay, Frey, Collino; Balbiani, Borel
ARBITRO: Meazza di Milano

59. JUVENTUS – PRO VERCELLI 0-0 (0-0)
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 30.01.1910 – Girone Eliminatorio – 10ª Giornata
JUVENTUS: -
PRO VERCELLI: -
ARBITRO: Meazza di Milano

60. JUVENTUS – ANDREA DORIA 4-0 (1-0)
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 13.02.1910 – Girone Eliminatorio – 11ª Giornata
RETI: Maffiotti (J); Maffiotti (J); Maffiotti (J); Borel rig. (J)
JUVENTUS: -
ANDREA DORIA: -
ARBITRO: Pedroni di Milano

61. PRO VERCELLI – JUVENTUS 4-0 (1-0)
Vercelli, 27.02.1910 – Girone Eliminatorio – 12ª Giornata
RETI: Milano II (P); Ferraro (P); Rampini (P); Rampini (P)
PRO VERCELLI: Innocenti, -, -; -, -, -; Milano, Fresia, Ferraro; Rampini, Corna
JUVENTUS: Pennano, Colombo, Mastrella; -, Goccione, -; Malvano, Borel, Barberis; Maffiotti, Frey
ARBITRO: Meazza di Milano

62. JUVENTUS – GENOA 0-2 a tavolino
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 7.03.1910 – Girone Eliminatorio – 14ª Giornata
NOTE: Sconfitta a tavolino (rinuncia della Juventus a disputare l’incontro)

63. ANDREA DORIA – JUVENTUS 0-1 (0-1)
Genova, 10.04.1910 – Girone Eliminatorio – 15ª Giornata
RETI: Ajmone I (J)
ANDREA DORIA: -
JUVENTUS: -
ARBITRO: Magni di Bergamo

64. JUVENTUS – U. S. MILANESE 1-2 (1-1)
Torino, Campo Sportivo di Corso Sebastopoli, 24.04.1910 – Girone Eliminatorio – 16ª Giornata
RETI: Sardi (US); Pizzi (US); Ajmone (J)
JUVENTUS: Pennano; Goccione; A.Ajmone ( II ); Maffiotti; Al.Colombo; Certosio; Besozzi; G.Armano ( I ); E.Borel; R.Ajmone ( I ); Valobra
U. S. MILANESE: De Simoni; Boldorini; Verga; Cairoli; Cremonesi; Caimmi; Sardi; Varisco; Hess; Pizzi; Baiocchi
ARBITRO: -

65. GENOA – JUVENTUS 2-0 a tavolino
Genova, 29.05.1910 – Girone Eliminatorio – 13ª Giornata
NOTE: Sconfitta a tavolino (rinuncia della Juventus a disputare l’incontro). Ripetizione della 13ª giornata. La partita in programma il 06.02.1910 e terminata con il risultato di 3-0 per il Genoa era stata annullata
CLASSIFICA: Inter, Pro Vercelli p. 25; Juventus p. 20; Torino p. 17; Genoa p. 15; U.S. Milanese p. 13; Andrea Doria, Milan p. 12; Ausonia p. 5
NOTE: L’Inter si laureò Campione battendo in Finale la Pro Vercelli per 10-3 (per protesta la Pro Vercelli mandò in campo una squadra formata da ragazzi di 11 anni).